I battisti

Unione Cristiana Evangelica Battista d‘Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Zimbabwe ed oltre Zimbabwe: Il contesto e gli sviluppi della diaconia

Zimbabwe: Il contesto e gli sviluppi della diaconia

E-mail Stampa PDF

Nell'ormai lontano 2006, nel contesto più ampio della campagna di lotta alla povertà e della sensibilizzazione sui temi della globalizzazione e della giustizia economica, l’Assemblea Generale dell’Ucebi approvava le linee generali del progetto Zimbabwe. Il progetto, lanciato con il sostegno e la collaborazione dell’organizzazione missionaria Lott Carey Baptist Foreign Mission Convention, chea veva fornito assistenza nello stabilire tutti i contatti utili nello Zimbabwe e nella formazione di una metodologia di lavoro ottimale, si è sviluppato e si è diversificato in molti ambiti con l’impegno e la partecipazione sempre più massiccia e convinta delle chiese battiste e di chiese e organizzazioni  amiche. Ogni anno sono state fornite informazioni dettagliate con lettere e circolari e anche attraverso una pubblicazione annuale. Dal complesso di ciò che si è fatto è chiaro che in questi anni è nata una nuova diaconia UCEBI, una diaconia a distanza che, pur non trascurando il controllo accurato sul corretto uso delle risorse, è alimentata dall’amicizia e dalla fiducia reciproca verso fratelli e sorelle del paese africano.

Oggi nelle nostre chiese tutti sanno dov’è lo Zimbabwe, quali difficoltà questo paese è costretto giornalmente ad affrontare, con quali sfide i credenti del posto devono confrontarsi perché la predicazione dell’Evangelo sia rilevante per i loro connazionali. Noi, d’altro canto, abbiamo compreso che le loro domande sono assolutamente importanti e vitali anche per la credibilità della nostra testimonianza qui in Italia. Lo scambio che ne nasce è fecondo perché non fondato su un atteggiamento e una prassi paternalistica, ma sulla comune vocazione all’annuncio e al servizio reso agli ultimi, coloro che il nostro sistema economico emargina e opprime  e che però nel Regno sono i primi perché cari al cuore di Dio.
Una delegazione UCEBI ha visitato lo Zimbabwe nell’ottobre 2009 e ha fatto il punto su tutti i progetti di cui di seguito vi relazioniamo brevemente.