UCEBI

Unione Cristiana Evangelica Battista d‘Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home News dalle chiese Mottola: Veglia di preghiera contro l'omofobia

Mottola: Veglia di preghiera contro l'omofobia

E-mail Stampa PDF

MOTTOLA (Taranto), 24 giugno 2013 - In 1 Giovanni 4: 7-21 “…si parla di Agape e di Amore di Dio, paterno e materno, in tutte le sue declinazioni… bisogna perciò basare i nostri rapporti sull’Amore, ma anche sulla verità e bisogna essere inclusivi, ma non con l’intento di normare.”  Questi alcuni dei concetti espressi dal fratello Valentino Coletta, membro del Consiglio della REFO, nel momento di meditazione sulla Parola durante l’incontro ecumenico, al quale ha partecipato anche un altro membro della REFO, Giorgio Rainelli, e la pastora Cristina Viti con alcune sorelle della comunità di Gravina e Gioia, svoltosi il 17 maggio sera nella chiesa battista di Mottola per la Giornata della lotta all’omofobia. Il riferimento, poi, è andato alla teologia queer che vede nell’incarnazione un ‘travestimeno’ di Dio, un Dio che è un Dio della Liberazione, un Dio “uscito dall’armadio”.

 

Durante la serata, strutturata come un culto ma vivacizzata come un incontro amichevole con Dio nell’accoglienza reciproca, tra racconti, canti e letture è stato proiettato il video “Second class citizens” (http://www.youtube.com/watch?v=ibVlVzGI9y0)  il cui impatto dei primi piani e il crescendo dell’intensità della domanda “Vorrei sapere com’è…” è risuonato nel locale come un diretto e impellente interrogativo rivolto a ognuno/a dei/lle presenti; intenso, inoltre, il momento in cui insieme è stata recitata la Confessione di fede di Bangkok.

All’incontro hanno partecipato alcune sorelle e fratelli cattolici ma purtroppo nessun parroco: è davvero l’inizio di un nuovo e forse faticoso percorso in un paese che ancora non ha riflettuto compiutamente su cosa ci viene ‘comandato’ in quanto discepoli e discepole di Cristo.