UCEBI

Unione Cristiana Evangelica Battista d‘Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home News dalle chiese Cuneo e Mondovì-Bra: insieme per l’incontro annuale a Boves

Cuneo e Mondovì-Bra: insieme per l’incontro annuale a Boves

E-mail Stampa PDF

CUNEO, 12 Giugno 2012 - Domenica 10 giugno, le chiese di Cuneo e di Mondovì-Bra  si sono riunite a Boves per il tradizionale incontro estivo delle nostre chiese della Provincia Granda. Nel parco della cascina Marquet, abbiamo condiviso il culto della mattina e un’agape fraterna, e abbiamo avuto la gioia di avere con noi diverse delegazioni: fratelli e sorelle della chiesa battista di Torino-Lucento, della comunità Luterana di Torino, della commissione diocesana per l’ecumenismo di Cuneo e del monastero di san Biagio, in rappresentanza anche dell’Amicizia Ebraico-Cristiana.

 

Il culto è stato animato da entrambe le comunità, e il canto degli inni è stato accompagnato dal gruppo della corale di Cuneo. Nella predicazione della pastora Paola Zambon, a partire dal testo di Romani 16, 1-20, siamo stati coinvolti in una riflessione sulla vita comunitaria, sull’importanza della qualità delle relazioni e sull’antica vulnerabilità di cui siamo chiamati e chiamate a prenderci cura, con l’aiuto di Dio. Se la lettera ai Romani ha, come un film, i ‘titoli di coda’, questo per noi è una parola che ci ricorda come la fatica del fratello, della sorella, il suo nome, la sua storia, il suo modo speciale di essere ‘presente’ nella comunità vada onorato, con riconoscenza. In particolare in questa occasione, è stato bello essere insieme avendo in mente l’importanza delle relazioni che ci coinvolgono nel nostro comune ‘affaticarci’, riconoscendo il conforto che ci viene attraverso di esse non solo all’interno delle nostre comunità, ma anche tra l’una e l’altra: l’affetto, gli incontri, i viaggi, l’ascolto e l’incoraggiamento reciproco, sono non solo doni preziosi, ma segni di unità e immagine della comune appartenenza a Cristo. Il pranzo condiviso è stata l’occasione per godere della compagnia gli uni degli altri, di fare nuovi incontri (e assaggi!), e di ritrovarci; il luogo ampio e accogliente ha dato anche ai bambini e alle bambine presenti un posto per giocare e divertirsi. E’ stata una giornata di festa di cui siamo grati al Signore, fonte di ogni benedizione.