I battisti

Unione Cristiana Evangelica Battista d‘Italia

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home News dalle chiese Treviso: dopo l’estate riprendono le attività della chiesa

Treviso: dopo l’estate riprendono le attività della chiesa

E-mail Stampa PDF

TREVISO, 14 settembre 2009 - Giornata di festa e di lode il  23 agosto  per la Chiesa Agape: sono stati infatti battezzati, nella splendida cornice naturale del lago di Revine, due nostri giovani fratelli, segno questo  di crescita e di continuità  della Chiesa. Questa celebrazione ha segnato  la ripresa di tutte le attività della Chiesa dopo la pausa feriale.

 

"Invocami, e io ti risponderò, ti annunzierò  cose grandi e impenetrabili che tu non conosci" (Geremia 33:3), questo è stato il versetto sul quale il pastore Caio Bottega ha basato la sua meditazione: se noi siamo amici di Dio, lo invochiamo con umiltà e fede, sopratutto nei momenti di dolore, di angoscia di tribolazione, egli ci darà una risposta e sopratutto ci darà la certezza di poter superare ogni difficoltà.

La preghiera comunitaria, la raccolta delle offerte e la testimonianza dei neo battezzandi hanno concluso il culto. Tutti i presenti poi si sono spostati  sulle rive del lago, dove in un clima di festa e di gioia, dopo il pranzo in comunità, i nostri fratelli hanno riconosciuto pubblicamente il Signore come Salvatore.

Il culto serale di domenica 6 settembre è stato dedicato, come ormai da vari anni, al Brasile in occasione della festa nazionale di questo Paese. Il Brasile è il paese di origine del pastore Caio e di numerosi membri della chiesa e di  molti missionari in Europa e nel mondo.

Il culto in lingua portoghese è stato animato dal gruppo di lode, da singoli cantanti e dalle bambine della danza. Nella sua meditazione il pastore Caio ha evidenziato  la differenza fra il credente, che è unito alla Parola di Cristo e alla sua Chiesa ed è coerente e costante, disposto al sacrificio per la Chiesa, e il credente che alle prime difficoltà abbandona tutto, magari alla ricerca di comodità  e di facili lusinghe. "Vivere la vita cristiana con coerenza è difficile e duro", è stata la conclusione del Pastore Caio.

La Cena del Signore e la preghiera finale per il Brasile, con il canto dell'inno nazionale brasiliano, hanno chiuso il culto.